A.S.D. Pallavolo Opera

Facebook-icon  Twitter-2-icon  Google-Plus-icon  YouTube-icon  

Serie D: Sgeam 2 - 3 Opera

Pubblicato il 06/05/2013

Sgeam Rozzano – Pallavolo Opera 2-3 
La serie D chiude il campionato regalandosi un'altra vittoria, questa volta nel derby del sud Milano con le cugine di Rozzano.

Gara interpretata bene a tratti dalle gialloblu, che hanno sofferto un po' troppo il gioco di un'avversaria caparbia e determinata a conquistare quei set e quei punti necessari a confermare la permanenza in serie D il prossimo anno.
Parte subito bene la Sgeam, con Opera che fatica ad essere precisa in seconda linea e risulta poco cinica in attacco per tutta la durata del set: le locali trovano i varchi giusti anche in attacco e portano a casa il primo parziale (25-23).
Reazione gialloblu nella seconda frazione: un gioco più sciolto e preciso mette in luce le differenze tecnico- tattiche tra le due formazioni e alle ospiti riesce quasi tutto, tanto da chiudere 18-25.
Ennesimo ribaltamento di fronte nel terzo set, con Opera che ritorna a essere un po' pigra e incostante: Rozzano non si fa scappare l'occasione e rimette la testa davanti nel computo set siglando il 25-22.
Con lo stesso punteggio Opera si riporta in parità nel quarto dopo aver ritrovato un gioco armonioso e più attento in tutti i fondamentali e dimostrando di non voler mollare nemmeno un punto neanche all'ultima giornata di campionato, a giochi ormai chiusi.
Il tie break porta solo i colori gialloblu e regala a Opera il 61 punto in campionato.

Gara un po' sofferta per Opera, che dimostra di non amare troppo le prestazioni pomeridiane e che fatica più del necessario contro una squadra in pienissima lotta retrocessione anche all'ultima giornata.
Alle gialloblu è mancata un po' di attenzione e di determinazione agonistica sia in prima che in seconda linea, con momenti di leggero sbaraglio. Buona la reazione di orgoglio nel voler portare a casa la partita e nel voler chiudere al meglio anche l'ultima gara di una stagione ricca di emozioni.
A conti fatti, a campionato ormai concluso, nonostante il terzo posto confermato con 61 punti come riconferma della scorsa stagione, rimane la delusione per non aver centrato l'obiettivo iniziale, ossia la conquista di uno dei due posti valevoli per la promozione in serie C. Opera ha condotto bene il proprio campionato nella prima parte, chiudendo con il titolo di campione d'inverno, ma ha sofferto tantissimo le prime tre giornate di ritorno in cui ha collezionato quelle tre sconfitte in fila che, alla fine, sono risultate fondamentali per l'assetto finale della classifica. La squadra, vittima costante di infortuni per tutto l'anno che hanno messo a dura prova i nervi, la serenità e la stabilità del team, non è riuscita negli appuntamenti decisivi della stagione, finendo vittima delle proprie insicurezze.
Ora, a giochi fatti, la squadra di coach Messina si lecca le ferite mentali e fisiche di un'annata comunque molto positiva, non solo per il piazzamento raggiunto ma anche per gli inserimenti fatti. In attesa delle sospirate e meritate ferie, il gruppo continuerà ad allenarsi e giocare qualche gara (già confermata la "classica" estiva contro la squadra degli Ultras, in forse un torneo quadrangolare), con la speranza di costruire un sogno che l'anno prossimo possa finalmente essere realtà.

Letto 1254 volte

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Sponsor

sponsor

sponso2r

Twitter

Facebook